Siamo ormai vicini all’inizio della “fase 2”, che consisterà nell’allentamento, seppure molto graduale, delle regole per il contenimento del covid-19. È un momento che abbiamo atteso con impazienza, ma che può essere una sfida per la nostra mente.
Voglio quindi fornirti alcuni preziosi consigli che ti permetteranno di affrontare questo passaggio con consapevolezza e tranquillità.

 

affrontare la fase 2

 

1. Nutri la tua vita
Stiamo vivendo una fase delicata, nella quale torneremo gradualmente in un territorio che conosciamo ma, allo stesso tempo, dovremo adattarci a un nuovo panorama. Questo può portare sentimenti contrastanti e possono comparire fluttuazioni dell’umore, che si manifestano con la mancanza di energia e la sensazione di essere tristi (che aumentano anche in concomitanza con il passaggio alla bella stagione). L’umore può essere migliorato dedicandosi ad attività nutrienti.
Decidi da subito di riservare del tempo ogni giorno alle attività che ti rilassano, ti danno piacere e ti appagano.

2. Rimani consapevole
La consapevolezza emotiva è fondamentale per il nostro benessere psicologico. È importante, in questo momento più che mai, essere in contatto con i nostri stati d’animo, perché questo ci dà un maggiore equilibrio psicologico.
Chiediti spesso (più volte al giorno) “come sto in questo momento?” e prova a dare un nome all’emozione che senti dentro di te. Non avere paura di entrare in contatto con le emozioni disagevoli, devono essere viste per poter essere affrontate. Una semplice regola: tutto ciò che entra nel campo della nostra consapevolezza è gestibile, tutto ciò che è inconsapevole ci condiziona senza che ce ne accorgiamo.
Ti piacerebbe migliorare nella gestione delle tue emozioni? Iscriviti al corso mindfulness per gestire le emozioni difficili.

3. “Fase 2” sì, ma con calma
Nelle prossime settimane, molte persone rientreranno al lavoro. Modificare di colpo (e per la seconda volta in pochi mesi) la quotidianità può essere complesso per la mente, che non ama i cambiamenti e si trova invece benissimo nella routine.
Se e dove è possibile, scegli di tornare alle normali attività in modo graduale.

4. Allontana le preoccupazioni
La situazione che abbiamo vissuto (e che stiamo ancora vivendo) ci ha portato a essere meno tranquilli rispetto a prima. Pensieri che riguardano il lavoro, che riguardano le relazioni, che riguardano come sarà la nostra vita da qui in avanti.
Non lasciare che la tua mente venga trascinata via dai pensieri ma abituala a essere stabile. Quando compaiono in modo insistente, decentrati dai pensieri: fermati, chiudi gli occhi e immagina di vederli proiettati davanti a te su un grande schermo bianco sul quale scorrono. I pensieri compaiono, attraversano lo schermo e poi escono dal tuo campo visivo, per lasciare spazio ad altri pensieri.
La pratica della mindfulness è molto efficace per la gestione dei pensieri. Vuoi approfondire? Scopri in cosa consiste il corso mindfulness a distanza o scrivimi per avere informazioni su un percorso mindfulness individuale.

5. Fai attenzione ai sintomi
L’insonnia, la stanchezza eccessiva, la sensazione di essere tristi, i pensieri insistenti, il nervosismo, sono tutti sintomi che indicano un accumulo eccessivo di stress.
Per stare bene, fai caso all’eventuale presenza di questi segnali, per poter intervenire tempestivamente e risolverli.
Se ti trovi in difficoltà, chiedi aiuto. Anche a distanza è possibile intraprendere un percorso psicologico, che ha la stessa efficacia di uno in presenza.

 

Hai trovato interessanti questi consigli? Per rimanere in contatto e ricevere altri aggiornamenti utili per sostenere il tuo benessere, iscriviti alla newsletter.

Buona “fase 2”!

Come affrontare la “fase 2” con serenità